• 1

  • 2

  • 3

  • 4

  • 5

  • 6

  • 7

  • 8

  • 9

  • 10

  • 11

  • 12

  • 13

  • 14

  • 15

  • 16

  • 17

  • 18

  • 19

  • 20

walking in the shade

A volte lo scenario perfetto consiste semplicemente nel trovarsi nel posto giusto al momento giusto, proprio come a volte l’ispirazione è fare la cosa giusta nel modo giusto; sono due possibilità che ti capitano solo se svuoti il cuore da ambizioni, scopi e progetti e ti abbandoni completamente al momento.

La fotografia diventa quasi un suggerimento; camminando nell’ombra è un viaggio, un’attenzione profonda sul bianco e nero, dalle vie, in ogni angolo più remoto; aiutata dalle sue luci e dalle sue ombre diventa un’apertura verso il mistero che avvolge ognuno di noi. Lasciandosi trasportare dalla città, si rimane affascinati da Lugano, che per Riccardo diventa un palcoscenico; come un osservatore attento della vita che ci circonda e della quotidianità incessante che scorre, fa sì che la città ti avvolga completamente nei suoi spazi.

Sometimes the perfect scenery simply consists in being in the right place at the right time, just like sometimes, inspiration comes from doing the right thing in the right way; such two opportunities only arise if you empty your heart of ambitions, aims and projects, and lose yourself in the moment.

Photography almost becomes a suggestion; walking in the shade is a journey, a deep focus on black and white, from the streets and the most remote corners; helped by its lights and shadows, it becomes an opening into the mystery that surrounds us all. If you let yourself get carried away by the city, you will be fascinated by Lugano, which turns into a stage for Riccardo; like an acute observer of the life surrounding us and of the incessant flowing of everyday life, he lets the city envelop you completely in its spaces.